Page 6 - Programma antibullismo Kiva - Guida per I genitori
P. 6
COMMENTI BENEVOLI, MA...Oltre a ferire la vittima, il bullismo interessa anche la sua famiglia, gli amici e i conoscenti. Dopo che il problema è emerso, é necessario prendere posizione e sforzarsi di far star meglio la vittima. Bene! Tuttavia, a volte i nostri commenti possono far peggiorare la situazione e creare addirittura ulteriori problemi. Le parole dette senza cautela potrebbero evocare sentimenti di vergogna e senso di colpa. Sotto vengono riportati alcuni commenti e luoghi comuni che possiamo sentire quando si parla di bullismo.“Sono stato vittima di bullismo anche io a scuola,ma non mi ha fatto alcun male”Queste parole sono spesso dette con un tono irritato, come se chi le pronuncia fosse ancora infastidito da quegli eventi. Se, effettivamente, il bullismo non è stato doloroso, ci si potrebbe chiedere se si sia trattato davvero di bullismo oppure, per esempio, di un litigio o di un conflitto tra due persone. Per un bambino vittima, un commento come questo può sembrare una minimizzazione del problema.“Devi imparare a difenderti da solo”Difendersi da soli è utile e si può imparare a farlo: d’altra parte imparare a farlo quando si è vittima di bullismo è tutt´altra questione. Un comportamento di bullismo colpisce qualcuno che è incapace di difendersi, oppure qualcuno che è più debole. Difendere se stessi in una situazione del genere è estremamente difficile, qualche volta addirittura impossibile. Quando alla vittima viene detto di difendersi da sola, la responsabilità di gestire la situazione viene messa unicamente nelle sue mani. Chiedere aiuto non significa che non sei capace di difenderti da solo. Al contrario, è un´espressione di coraggio in una situazione in cui le capacità per affrontare la situazione non sono sufficienti.“Il bullismo “rafforza il carattere” e potenzia lacapacità di sopravvivere alle situazioni difficili”La ricerca mette in evidenza che gli effetti a breve e a lungo termine del bullismo diminuiscono la capacità della vittima di affrontare le situazioni difficili. Il bullismo mina l´autostima della vittima e la fiducia negli altri. Ne deriva che il bullismo non accresce affatto l’abilità di controllare la situazione e dunque, nessuno puó dire che i ragazzi devono rafforzare il carattere subendo episodi di bullismo. La personalitá e il carattere crescono e si sviluppano al meglio nelle interazioni basate sul rispetto reciproco e sulla fiducia.“Le botte e i sassi possono fare del male al miocorpo, ma le parole non possono ferirmi”Le singole parole dette, per esempio, durante un conflitto, potranno gradualmente cancellarsi dalla memoria, ma il bullismo verbale che è ripetuto e sistematico lascerà sempre un segno. La forza distruttiva delle parole colpirà più volte l´autostima della vittima e il concetto di sé, costituendo un rischio per il suo adattamento futuro.“Non è bullismo. Sono solo bambini che giocano e tifanno i dispetti, non devi arrabbiarti è solo un gioco”Il bullismo è un modo crudele di ferire qualcuno verbalmente, fisicamente, o indirettamente. Il bullismo è lontano da quello che può essere un gioco. Lo scopo di un gioco e di un dispetto innocuo è quello di divertirsi insieme, non quello di ferire, o tormentare qualcuno.Aiutare e supportare la vittima è fondamentale. Le persone che fanno affermazioni come quelle discusse precedentemente sembrano non comprendere la natura del bullismo e gli effetti dannosi che ha sulla vittima. Essere vittima di bullismo è un´esperienza particolarmente difficile per due ragioni. Primo, il bullismo non è solo un evento occasionale, ma un evento duraturo che continua nel tempo, che può ripetersi anno dopo anno. Secondo, il bullismo non è un evento estraneo alla vita sociale della classe. Per la vittima, il bullismo, spesso equivale alla perdita di dignità all´interno della classe e nel gruppo di amici.6


































































































   4   5   6   7   8